CONCERTO “NON SOLO VIVALDI” PER “VITE ILLUSTRI PIEVE”

Sabato 14 dicembre alle ore 17 a Pieve in auditorium Battistella Moccia                    CONCERTO “NON SOLO VIVALDI” PER “VITE ILLUSTRI PIEVE”          Battesimo ufficiale per la nuova rete culturale in terra Unesco

 

Con il concerto “Non solo Vivaldi”, in programma sabato 14 dicembre alle ore 17 a Pieve nell’auditorium comunale Battistella Moccia, debutta la nuova rete culturale in terra Unesco “Vite Illustri Pieve di Soligo”.                                                                                  

Fondazione Balbi Valier, Fondazione Francesco Fabbri, Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, Associazione Musicale “Toti Dal Monte”, Associazione Amici di Don Mario Gerlin e Associazione Culturale Careni sono sodalizi operanti ormai da diversi anni nella comunità, tutti intitolati a figure di grande levatura nei campi della cultura, della musica, della socialità e della solidarietà internazionale che danno lustro e riferimenti alti alla vita e all’immagine di Pieve di Soligo.                              

Ora hanno deciso di fare squadra insieme, e di mettere in campo un progetto comune di identità, relazioni e iniziative a favore del territorio che possa rappresentare anche un contributo significativo a tutta l’area Unesco delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.                                                                                    

“Siamo consapevoli del patrimonio di valori e della ricchezza culturale che offrono figure molto importanti come quelle dei conti Girolamo e Marco Giulio Balbi Valier, Francesco Fabbri , Giuseppe Toniolo, Toti Dal Monte, don Mario Gerlin ed Elisabetta Careni – spiegano i promotori – e pertanto vogliamo costruire insieme una rete di azioni che metta in luce le loro straordinarie vicende e i loro insegnamenti validi per l’oggi, e che al tempo stesso si prenda cura e valorizzi il gran numero di personalità illustri che Pieve di Soligo può vantare nel corso della sua storia passata e recente, davvero un “unicum” di rilievo per tutto il territorio.                          In sintesi, vogliamo fare rete, fare cultura, fare comunità e fare Unesco”.                                                                                

Il progetto verrà presentato ufficialmente nel corso del concerto “Non solo Vivaldi” di sabato 14 dicembre nell’auditorium comunale di piazza Vittorio Emanuele II, presentato da Elisa Nadai: ci saranno intervista, video e prima visione del logo ufficiale che andrà a caratterizzare “Vite Illustri Pieve di Soligo”, all’interno della manifestazione che ricorderà anche i duecento anni dalla nascita di Elisabetta Careni e i cent’anni trascorsi dall’inizio vita di don Mario Gerlin.    

Animeranno l’evento musicale – che si avvale del contributo del Comune di Pieve di Soligo - la “Piccola Orchestra Veneta” e i suoi Solisti diretti da Giancarlo Nadai, e il Coro di Voci Bianche “G. Echi” diretto da Maria Grazia Marcon.                                        Saranno protagonisti alla voce Elena Lucca ed Enrico Nadai, al flauto Piera Poser, al pianoforte Margherita Boatin, al mandolino Claudio Doni, al violoncello Federico Covre e al violino Andrea Bet.                                            

L’ingresso è libero e l’invito a partecipare al concerto per la nascita di “Vite Illustri Pieve di Soligo” è esteso a tutti.