Ha fatto tappa a Castelfranco il viaggio con il libro su Giuseppe Toniolo

Prossima data il 23 dicembre con l’Università Adulti a Pieve di Soligo                                                                                      Ha fatto tappa a Castelfranco il viaggio con il libro su Giuseppe Toniolo Marco Zabotti è autore del volume edito dall’AVE di Roma

La straordinaria attualità della figura e dell’opera di Giuseppe Toniolo, “profeta dell’impegno sociale e politico”, punto di riferimento nell’oggi per un nuovo umanesimo cristiano, è stata al centro dell’intervento nei giorni scorsi a Castelfranco Veneto del direttore scientifico e vice presidente dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi “ di Pieve di Soligo, Marco Zabotti, che nell’occasione ha anche presentato il suo libro “Giuseppe Toniolo. Nella storia il futuro”, edito dalla casa editrice AVE di Roma e patrocinato dall’Istituto Diocesano pievigino.                                                                                                                     A promuovere l’iniziativa il Convegno di Cultura Maria Cristina di Savoia della città del Giorgione, presieduto da Licia Cian Lizza, che raduna un folto gruppo di aderenti impegnati in un ricco programma di conferenze e attività ispirate ai valori cristiani e all’esempio di vita della regina Maria Cristina di Savoia, sposa di Ferdinando II, Re delle Due Sicilie, morta a soli 24 anni nel 1836, proclamata beata dalla Chiesa nel 2014 a Napoli.                                                                                                                                                                                                                                                Proprio nell’anno sociale 2019/2020 del Convegno di Cultura Maria Cristina castellano caratterizzato dal richiamo all’umanesimo, attraverso un calendario di vari appuntamenti sul tema, Marco Zabotti ha ricordato la dimensione spirituale del beato Toniolo come fondamento e sorgente dell’impegno accademico, ecclesiale e sociale del grande sociologo ed economista cattolico (1845 -1918), nato a Treviso, vissuto per quarant’anni a Pisa e oggi sepolto nel Duomo di Pieve di Soligo, comunità di origine della moglie Maria Schiratti.                                                                                                                            In linea con i temi sviluppati nel suo libro, Zabotti ha tracciato le vie dell’attualità del Toniolo per la vita della Chiesa e del Paese nel nostro tempo, e ha illustrato anche al folto gruppo di partecipanti nel centro parrocchiale del Duomo di Castelfranco sulle azioni svolte dall’Istituto “Beato Toniolo” nel campo della cultura, spiritualità, dottrina sociale, arte, bellezza e turismo religioso.                                                                                       Grande l’interesse dei presenti per la presentazione del Toniolo attraverso domande e considerazioni, e la viva soddisfazione per l’evento è stata espressa dalla presidente CIan Lizza, che ha espresso l’auspicio della presenza del relatore ad un nuovo appuntamento in futuro a Castelfranco.                                                                                                                                                                         La tappa nella città del Giorgione ha rappresentato la più recente occasione in ordine di tempo di partecipazione a incontri culturali e sociali da parte del direttore del “Beato Toniolo”, che nei giorni precedenti era stato invitato a Verona a coordinare un dibattito al Festival della Dottrina Sociale, a Padova alla Giornata della Generatività con i docenti Dotti e Magatti, e a Pordenone a parlare del beato Toniolo a un gruppo di giovani di Azione Cattolica cultori dei temi della dottrina sociale cristiana.                                                                                                                                                          Il prossimo appuntamento per la presentazione del volume “Giuseppe Toniolo. Nella storia il futuro” è fissato per lunedì 23 dicembre pomeriggio a Pieve di Soligo, promosso da “Cultura e società” – Università degli Adulti pievigina.